Quanto tempo credete che serva per innamorarsi? Un giorno? Un mese? Molti anni? Se avete pensato una di queste tre siete davvero lontani dalla risposta.

La scienza, con i suoi studi sempre all’avanguardia, ci dice che il nostro cervello, per innamorarsi, impiega molto meno tempo di quanto voi potreste mai immaginare.

11124621_10204926924680480_1887146627_n
La dopamina è un neurotraspettitore che svolge un ruolo chiave nell’organismo umano: accelera il battito cardiaco, innalza la pressione del sangue e soprattutto migliora l’umore, l’attenzione, la capacità di apprendimento e la memoria di lavoro. E’ nota anche come la “molecola della soddisfazione”. Può essere rilasciata grazie a stimoli fisiologici come sesso, buon cibo, musica o anche stupefacenti. In poche parole dona al cervello la felicità!

È stato dimostrato che l’innamoramento avviene in circa un quinto di secondo durante il quale vengono coinvolte ben 12 aree del nostro cervello che producono sostanze come adrenalina, ossitocina e dopamina, che creano una sorta di euforia che noi chiamiamo amore! Si è inoltre osservato che per ogni tipologia di affetto che si può provare per cose o persone, vengono colpite diverse aree del cervello, soprattutto in base all’intensità del sentimento che si prova.

Questi studi, pubblicati sulla rivista Journal of Sexual Medicine, hanno provato che innamorarsi fa bene al nostro corpo e al nostro cervello. 

A tutti coloro che non credono nell’amore o sono rimasti delusi da esperienze passate, la scienza vi dice che per innamorarsi basta un attimo, è per questo che si chiama colpo di fulmine: breve ma intenso!

[text-blocks id=”14550″ slug=”banner-adsense”]

Di Cecilia