Secondo un nuovo studio europeo gli uomini che provano eccessiva ansia potrebbero avere un maggiore rischio di morire di cancro.

Nello studio, i ricercatori hanno analizzato i dati di più di 15.000 persone del Regno Unito dai 40 ai 79 anni, che sono state seguite per 15 anni.
I risultati hanno dimostrato che, durante il periodo di studio, gli uomini con disturbi di ansia generalizzati avevano il doppio della probabilità di morire per cancro rispetto a chi non soffriva di nessun disturbo di ansia. Per quanto riguarda le donne non è stato trovato nessun collegamento tra ansia e cancro.

56fe199744b934fe9b6df1565ebd647579398a

Il disturbo d’ansia generalizzato è una condizione di salute mentale in cui le persone provano eccessiva e prolungata ansia o preoccupazione e possono addirittura avere sintomi fisici: emicrania, palpitazioni, vertigini, insonnia, difficoltà a concentrarsi, tensione muscolare ed irrequietezza.

Per Olivia Remes, dottorando dell’Università di Cambridge, nonché coautrice dello studio, sebbene siano necessarie più ricerche per confermare le scoperte, i risultati sollevano nuove domande su i potenziali effetti dell’ansia per la salute. Con questo studio, si dimostra come l’ansia non sia solo un tratto della personalità, ma anche un disturbo che può essere associato al rischio di morte per diverse condizioni, compreso il cancro. In una dichiarazione Remes ha detto: “La società dovrebbe considerare l’ansia come un segnale di avvertimento per le cattive condizioni di salute.”

[text-blocks id=”14553″ slug=”banner-amazon”]

I risultati sono abbastanza attendibili perché tengono conto anche di altri fattori che potrebbero influenzare la morte per cancro, tra cui il fumo, le abitudini alimentari e il livello di attività fisica della persona, parametri che nei precedenti studi non erano stati presi in considerazione.

I ricercatori hanno notato che i loro risultati non dimostrano che l’ansia provoca il cancro. Lo studio ha semplicemente trovato un’associazione tra le due condizioni e sono necessari altri studi per determinare le ragioni del collegamento. E’ possibile che gli uomini con ansia abbiano altri fattori di rischio che incrementano le loro possibilità di sviluppare il cancro, ma che il nuovo studio non è stato in grado di prendere in considerazione.
Sono necessari altri studi anche per determinare se l’ansia sia collegata con un aumento della mortalità per alcuni tipi di tumore e se curando l’ansia si possa ridurre il rischio di morte per cancro.

I risultati dello studio sono stati presentati questa settimana all’European College of Neuropsychopharmacology Congress a Vienna, tuttavia esso deve ancora essere pubblicato in un giornale scientifico dopo essere stato revisionato.

FONTI: LiveScience – Churchill College

[text-blocks id=”14550″ slug=”banner-adsense”]

Di Raffo

Ciao a tutti, mi chiamo Raffaele Cocomazzi e sono il cofondatore di BMScience. Sono appassionato di Scienza, Medicina, Chimica e Tecnologia. Laureato in Medicina e Chirurgia presso l'Università degli studi di Foggia e attualmente specializzando in Medicina Nucleare presso l'Alma Mater Studiorum (Università di Bologna). Per contattarmi o maggiori informazioni seguimi sui vari social.