moon-from-space-stationAh, la Luna… Con il suo brillare nel cielo ha sempre avuto un ruolo significativo nella nostra cultura, lingua e pensiero, tanto da diventare il nome di un giorno della settimana: il Lunedì!
Ma è veramente importante per noi? Se da un giorno all’altro sparisse ce ne accorgeremmo oppure non noteremmo la sua assenza?

Beh, dipende…

[text-blocks id=”15262″ slug=”amazon-music”]

Ti piacciono le maree?

Le forze di marea sulla superficie terrestre. (Wikipedia)
Le forze di marea sulla superficie terrestre. (Wikipedia)

Secondo i principi della forza di gravità newtoniana, più si è vicini a qualcosa, più forte è la sua forza di gravità. Quindi qualsiasi cosa è vicina alla Luna riceve una forza gravitazionale più forte, mentre gli oggetti più distanti hanno una forza più debole.
Per questo motivo, in determinati giorni, il mare che si trova più vicino alla luna viene attratto gravitazionalmente, alzandosi leggermente e creando quello che è il fenomeno dell’alta marea, una sorta di temporaneo innalzamento delle acque.
Tuttavia il fenomeno delle maree è reso completo dalla forza centrifuga, esercitata dalla Terra durante la rotazione sul proprio asse, che consente di ampliare la marea anche sul lato opposto del pianeta.
Se la Luna scomparisse, le maree ci sarebbero comunque, perché anche il Sole esercita una forza gravitazionale sulla Terra che permette l’attrazione delle acque.

Ti piace il giorno formato da 24 ore?

Un tempo la Terra ruotava sul suo asse più velocemente rispetto ad oggi. Dopo l’ipotetico impatto con il gigante asteroide che ha portato alla formazione della Luna, la durata di un giorno terrestre era meno di 6 ore. Come si è arrivati a raggiungere le 24 ore?

La forza di marea esercitata da un satellite su un pianeta: Il pianeta si deforma leggermente sotto l'effetto della marea e, a causa della rotazione è sbilanciato rispetto al satellite. Le due estremità del pianeta vengono attirate con forza differente a causa della differente distanza dal satellite; ne risulta una coppia che tende a modificare la velocità di rotazione. (Wikipedia)
La forza di marea esercitata da un satellite su un pianeta:
Il pianeta si deforma leggermente sotto l’effetto della marea e, a causa della rotazione è sbilanciato rispetto al satellite. Le due estremità del pianeta vengono attirate con forza differente a causa della differente distanza dal satellite; ne risulta una coppia che tende a modificare la velocità di rotazione. (Wikipedia)

Grazie alla Luna! Come detto prima, la Luna porta alla formazione di maree e la Terra, che è in rotazione sul proprio asse, distribuisce e trascina fisicamente i rigonfiamenti di marea su tutto il pianeta. La Luna esercita quindi un’azione frenante sulla Terra, perché questa ruota su se stessa più velocemente di quanto non faccia la Luna nel suo moto di rivoluzione intorno alla Terra. Nella sua rotazione, la Terra tende a trascinarsi dietro i rigonfiamenti delle maree, mentre il nostro satellite esercita la sua attrazione proprio su di essi, rallentando la rotazione terrestre: come ulteriore conseguenza si ha anche un’accelerazione della Luna sulla sua orbita ed un aumento della forza centrifuga che tende ad allontanare la Luna dalla Terra.
Se la Luna scomparisse, questo fenomeno non andrebbe avanti e quindi la velocità di rotazione della Terra non rallenterebbe e resterebbe comunque della durata di 24 ore.

[text-blocks id=”15282″ slug=”amazon-prime-student”]

Ti piacciono le stagioni?

L’asse terrestre è inclinato e questa inclinazione può cambiare nel tempo. Nessun problema, tutti i pianeti lo fanno! Tuttavia potrebbe essere un problema se l’inclinazione cambiasse rapidamente. Che cosa accadrebbe se l’Antartide fosse esposto direttamente ai raggi solari per 24 ore al giorno, immergendo il Nord America e l’Europa nel buio permanente? A questo punto non si capirebbe nulla e non esisterebbero più stagioni. Per questo motivo dovremmo ringraziare la Luna!
Questo genere di forti ed improvvise oscillazioni nell’inclinazione assiale sono dovute a risonanze, o interazioni con oggetti distanti nel sistema solare, per esempio l’interazione con gli altri pianeti, specialmente con Giove. Ogni volta che la Terra si avvicina a Giove, subisce delle piccole variazioni dell’inclinazione assiale che, con il passare del tempo possono capovolgere completamente la Terra.
luna_giganteLa Luna, in questo caso, agisce da stabilizzatore grazie alle sue dimensioni e alla sua velocità di rotazione intorno alla Terra. Questa energia di rotazione impedisce agli altri pianeti di modificare l’inclinazione assiale.

Come abbiamo visto, la Luna gioca un ruolo importante per le sue interazioni con la Terra, tuttavia, anche se sparisse da un giorno all’altro, i suoi effetti negativi sarebbero visibili solo a lungo termine. Quindi l’assenza del nostro satellite diventerebbe più un problema per quegli artisti o romanticoni che hanno sempre visto nella Luna, la fonte di ispirazione per poesie e canzoni.

[text-blocks id=”14550″ slug=”banner-adsense”]

Di Raffo

Ciao a tutti, mi chiamo Raffaele Cocomazzi e sono il cofondatore di BMScience. Sono appassionato di Scienza, Medicina, Chimica e Tecnologia. Laureato in Medicina e Chirurgia presso l'Università degli studi di Foggia e attualmente specializzando in Medicina Nucleare presso l'Alma Mater Studiorum (Università di Bologna). Per contattarmi o maggiori informazioni seguimi sui vari social.