No-DrugsUna droga è una qualunque sostanza non essenziale per la salute dell’organismo, la cui somministrazione può alterare strutture biologiche e funzioni:

  • percezioni (visive uditive, tattili, termiche, spazio-temporali);
  • umore (tristezza, depressione, motivazione);
  • coscienza critica (meccanismo di autodifesa);
  • attenzione (es. alla guida);
  • comportamento (eccitazione, vincere la timidezza).

Si definisce droga una sostanza estranea all’organismo il cui uso saltuario o continuato, instaura nell’individuo un meccanismo di tolleranza e/o una condizione di dipendenza tali da creare serie conseguenze fisiche e gravi alterazioni dei rapporti con se stesso e con la società.

LA TOLLERANZA

La tolleranza è la conseguenza dell’assuefazione dell’organismo alla sostanza, per cui l’individuo deve continuamente aumentarne il dosaggio per ottenere, dall’assunzione, l’effetto atteso. Tuttavia esso è un fenomeno “generale” non limitato alle droghe e tende a scomparire dopo che si è interrotto l’uso della sostanza. Si individuano due tipi di tolleranza, la tolleranza inversa e quella crociata. La tolleranza inversa si ha quando si raggiunge l’effetto desiderato con dosi più basse di quelle iniziali (allucinogeni). La tolleranza crociata quando la tolleranza per una sostanza si estende ad altre sostanze chimicamente correlate (eroina con morfina o metadone).

[text-blocks id=”14553″ slug=”banner-amazon”]

Dipendenza FisicaLA DIPENDENZA

La dipendenza può essere sia fisica che psicologica. La dipendenza fisica è una condizione, non esclusiva delle sostanze d’abuso (cortisonici, antidiabetici   orali, anti-ipertensivi), che si instaura a seguito di assunzione cronica di un farmaco e corrisponde ad un adattamento biologico alla sostanza. La brusca sospensione dell’assunzione della sostanza, o la somministrazione di un antagonista, provoca uno stato di grave sofferenza fisica chiamato sindrome  da astinenza. La dipendenza psicologica  è un elemento fondamentale della tossico-dipendenza in cui modificazioni comportamentali – craving (bramosia irrefrenabile) –  costringono il soggetto ad assumere continuamente la sostanza per procurarsi piacere (rinforzo positivo) o per alleviare il malessere della sua mancanza (rinforzo negativo). Il craving è il comportamento di compulsiva ricerca della sostanza, e le ricadute a distanza, sono la  vera malattia del tossicodipendente.

MODALITA’ DI USO DELLE DROGHE

  • Terapeutico: metadone, morfina, amfetamine, cocaina;
  • Sperimentale: curiosità o desiderio di nuove esperienze (LSD movimenti underground americani, ecstasy psichiatri californiani degli anni ’70);
  • Solidale-ricreativo: per acquisire uno stato psichico adatto al godimento di momenti ricreativi (ecstasy, LSD, THC, cocaina, smart drugs, ketamina);
  • Strumentale: per affrontare una specifica situazione come tensione (tranquillanti), migliorare le prestazioni fisiche o intellettuali (stimolanti), dormire (ipnotici);
  • Espressivo: esigenza di esprimere la propria identità individuale o di gruppo (khat);

[text-blocks id=”15260″ slug=”buoni-regalo-amazon”]

CRITERI DI CLASSIFICAZIONE

  • Criteri giuridici: legali o illegali Italia T.U. 309/90 art.13  (6 tabelle);
  • Criterio di pericolosità:
    • droghe pesanti (oppiacei, cocaina, anfetamine, allucinogeni, barbiturici, alcool etilico);
    • droghe leggere (cannabinoidi, nicotina, caffeina, solventi);
  • Criteri preparativi: droghe naturali, semisintetiche, sintetiche;
  • Criteri farmacologici: deprimenti, eccitanti, allucinogene;

In questa tabella vengono classificate le diverse caratteristiche delle sostanze stupefacenti nel creare dipendenza fisica, dipendenza psicologica e tolleranza.

SOSTANZA D’ABUSO

FISICA

PSICOLOGICA

TOLLERANZA

DEPRIMENTI (down)

  • oppioidi
  • Barbiturici
  • altri ipnoico-sedativi
  • alcool etilico
  • benzodiazepine
 FISICA

++++
+++
+++
+++
+

 PSICOLOGICA

+++
+++
+++
+++
+++

 TOLLERANZA

++++
++
++
++
+

STIMOLANTI (up)

  • amfetamine e metanfetamina
  • cocaina
  • tabacco
  • caffeina
 FISICA

+
+
–/+
–/+

 PSICOLOGICA

+++
+++
+++
+

 TOLLERANZA

++++
++
+
+

PSICHEDELICHE (trip)

 FISICA

+

++

+

 PSICOLOGICA

+++
++
++
++
++

 TOLLERANZA

++++
++
++
–/+
+

[text-blocks id=”15262″ slug=”amazon-music”]

Tempi di permanenza approssimativi delle droghe:

DROGA

LIVELLO DI TAGLIO

TEMPI DI PERMANENZA NELLE URINE

TEMPI DI PERMANENZA NELLA SALIVA

Anfetamine (AMP)

1000 ng/mL

2-4 Giorni

1-3 Giorni

Barbiturici (BAR)

300 ng/mL

4-7 Giorni

Benzodiazepines (BZO)

300 ng/mL

3-7 Giorni

Cocaina (COC)

300 ng/mL

2-4 Giorni

1-3 Giorni

Ecstasy (MDMA)

500ng/mL

1-3 Giorni

Metadone (MTD)

300 ng/mL

3-5 Giorni

Metanfetamine (MET)

1000 ng/mL

3-5 Giorni

1-3 Giorni

Oppiacei (MOR)

300 ng/mL

2-4 Giorni

Oppiacei (OPI)

2000 ng/mL

2-4 Giorni

1-3 Giorni

Fenciclidina – Polvere d’Angelo (PCP)

25 ng/mL

7-14 Giorni

1-3 Giorni

Marijuana (THC)

50 ng/mL

15-30 Giorni

6-12 Ore

Antidepressivi triciclici (TCA)

1000 ng/mL

7-10 Giorni

Destropropossifene (PPX)

300 ng/mL

1-2 Giorni

Ossicodone (OXY)

100 ng/mL

2-4 Giorni

Anfetamine (AMP300)

300 ng/mL

2-4 Giorni

Cocaina (COC150)

150 ng/mL

2-4 Giorni

Metanfetamine (MET500)

500 ng/mL

3-5 Giorni

[text-blocks id=”14550″ slug=”banner-adsense”]

Di Raffo

Ciao a tutti, mi chiamo Raffaele Cocomazzi e sono il cofondatore di BMScience. Sono appassionato di Scienza, Medicina, Chimica e Tecnologia. Laureato in Medicina e Chirurgia presso l'Università degli studi di Foggia e attualmente specializzando in Medicina Nucleare presso l'Alma Mater Studiorum (Università di Bologna). Per contattarmi o maggiori informazioni seguimi sui vari social.